Anagapesis

2:50 PM La Nina 0 Comments

Gli inglesi esprimono il concetto con "to fall in love with...", innamorarsi di...; in francese addirittura "tomber en amor",  entrambe le lingue ci fanno "cadere innamorati", verbo retoricamente corretto. 

E quando ci rialziamo dalla caduta? Anagapesi.
 

"La mia anagapesi fu evidente nel momento in cui mi accorsi di vedere un'estranea nelle foto insieme a lui


Si presuma derivi dal greco ANAGAPESIS:

an- prefisso privativo, con o senza
agape - amore disinteressato, fraterno, smisurato
sis - indica un processo

Non strettamente correlato alla vita amorosa con qualcuno, l'innamoramento è cosa quotidiana. Ci si innamora e disinnamora continuamente, di un modo di vedere qualcosa, un particolare interesse che non ci stimola più, un oggetto posseduto ampiamente desiderato. La vita è un processo d'apprendimento, è evoluzione, cambiamento. In ogni cosa che impariamo ci sono opportunità d'amore, tutto ciò che apprendiamo ci dà l'opportunità di preferire qualcosa di sconosciuto a qualcosa che sapevamo.

Se pensiamo poi ai nostri rapporti con le persone e vogliamo abbandonare il filone romantico delle farfalle nello stomaco o degli occhi a cuore che brillano possiamo ridurre l'innamoramento a studi neurofisiologici, a semplici esperienze tra neurotrasmettitori. "Così secondo alcuni al primo incontro, il mesencefalo, l'area cerebrale che controlla i riflessi visivi e uditivi, inizia a rilasciare dopamina, un neurotrasmettitore che produce piacere ed euforia. L'ipotalamo invece comanda al corpo di inviare segnali di attrazione e di piacere. Col proseguire del rapporto i livelli di dopamina aumentano crescono i livelli d'altri due neurotrasmettitori legati alla dopamina: come la noradrenalina e la feniletilamina. Via via che il rapporto si approfondisce, l'ipotalamo stimola la produzione dell’ossitocina che stimola sentimenti di tenerezza e calore. Un altro ormone, la vasopressina collegato alla memoria, spinge alla fedeltà e alla monogamia. Dopo un periodo che oscilla dai 18 ai 30 mesi dall'inizio della relazione, però il cervello si è assuefatto al cocktail di sostanze chimiche e non reagisce più come prima. E quindi possiamo considerare finita la fase dell'innamoramento" (cit. Wikipedia)
E se il cocktail non ci stimola più? Per alcuni comincia il vero amore, fatto di responsabilità (come cito nel post di Enzo Bianchi), rispetto, stima, fiducia, pazienza, per altri è anagapesi; quasi fosse la stessa parola per indicare una mera illusione, un passaggio di qualcosa che in fondo non era destinato a durare, un segno percettibile, uno schizzo indicativo di ciò di cui non abbiamo più bisogno.
 

E allora inizio a giocare con le parole, magari per le prossime volte invece di rinfacciare ad un uomo di non amarvi più provate a dirgli di essersi anagapesizzato, certamente non capirà, ma come ultima nota nel vostro rapporto sarà sicuramente originale.

Baci

La Nina



Gli inglesi esprimono il concetto con "to fall in love with...", innamorarsi di...; in francese addirittura "tomber en amor&q...

0 commenti: