La mano invisibile del destino

1:22 PM La Nina 2 Comments

Io la vita me l'immagino un pò così, tante porte in uno spazio immenso bianco, tanti portali paralleli collegati l'un con l'altro, tanti perle di una stessa storia uniti dal filo sottile del destino. 
Entri in una porta, l'attraversi, la vivi, impari e sei pronto per quella successiva; collegamenti invisibili che fanno parte di un disegno più grande di noi, io ci credo nel destino, si. 
Quante volte ripensiamo agli eventi più importanti: se non fossi stata lì, se quel giorno avessi lavorato e invece, se non fossi andata, se non avessi risposto a quel messaggio, se non avessi conosciuto lui ora non sarei qui a parlare e scrivere, se non avessi scritto… se se se! Si aprono varchi nella nostra dimensione e li attraversiamo inconsapevoli del resto, delle conseguenze, delle persone che ci capitano ma il mio pensiero va alla teoria che c'è un disegno più grande di noi che deve esser scritto, che siamo padroni della nostra vita finchè percorriamo lo spazio del nostro destino, perché in fondo noi incontriamo le persone che dobbiamo incontrare, viviamo le esperienze che vanno vissute perché è così che deve essere e tutto questo mi aiuta nei momenti più tristi in cui penso che ha tutto un senso, anche stare male per una perdita, stare male per quella persona, vivere pensando che tutto non sta andando nella direzione che avevamo previsto; la questione è che per quanto possiamo prevedere qualcosa la mano che ci accompagna è consapevole di ciò che dobbiamo diventare e alla fine non ci rimane che accettare tutto questo e andare avanti con tranquillità affidando la nostra serenità a una vita che non può farci del male, perché anche il male in questo caso ha un valore. Mi ripeto sempre, se fa male è la strada giusta, se fa male sto imparando, sto imparando ad essere felice, perché tutto questo ha un senso, io ho un senso.

“La vita non ti dà le persone che vuoi, ti dà le persone di cui hai bisogno: per amarti, per odiarti, per formarti, per distruggerti e per renderti la persona che era destino che fossi.”

Baci 

La Nina

(photo by Rodney Smith)

Io la vita me l'immagino un pò così, tante porte in uno spazio immenso bianco, tanti portali paralleli collegati l'un con l'al...

2 commenti:

  1. ciao, passo per un saluto e per leggere i tuoi bei racconti, la citazione alla fine di chi è? è straordinariamente vera! salutone! Flò
    http://lafloppola.blogspot.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao carissima, guarda sinceramente non lo so di chi è, alcune fonti Einstein ma non ne sono sicura! un bacione, sempre molto gentile!

      Elimina