▌▌ Rewind ►

3:08 PM La Nina 0 Comments

L'ancora della vita si esprime nel ricordo; per quanto lontano possa navigare vengo strattonata da un ricordo, dolce a volte. Essi non sono compresi nel campo della razionalità. Tornano a noi così velocemente e ci toccano con una tale foga tanto forte quanto il dolore che li ha accompagnati. Esistono ricordi felici recenti dimenticati e ricordi remoti dolorosi che tuttora in cuor nostro riviviamo. 

Ci accompagnano nei sogni, in realtà, non ci lasciano mai. Sono maestri di insegnamenti che scandiscono le nostre giornate, sono lezioni, sono arrabbiati. Sono piacevoli, sono tristi, nostalgici. Sono silenziosi, fanno rumore, scatenano l'anima, la acquietano, la salvano. Camminiamo all'indietro con il cuore, a volte basta poco: un libro, una strada, un colore, una canzone, un film, un sorriso, una foto; parte inevitabilmente il film di quel momento ed è subito nostalgia, o desiderio. Desiderio di congiunzione tra il passato e il presente, di un filo diretto con il ricordo. La nostalgia è il ponte ormai distrutto che congiunge il presente con la voglia di quel ricordo.
 

Il ricordo. E' la cura del presente con il vaccino del passato, pronto ad indicarci sempre la via per cercare di non commettere gli stessi errori, le stesse persone. E' la mano sapiente di uno scultore che ci ha modellato, a volte con dolore, altre con semplici ritocchi sorridenti. E' il libro che abbiamo scritto a cui possiamo attingere; è la guida nella nostra città eterna.
 

Ma se fanno male, i ricordi, è bene tenere presente che indietro va solo il cuore, noi restiamo ancorati qui.
 

E andiamo avanti.

Ricordare: (dal latino)
RE - indietro - CORDARE - da cor- (genit.) cordis- con il cuore
 

Baci 


La Nina

L'ancora della vita si esprime nel ricordo; per quanto lontano possa navigare vengo strattonata da un ricordo, dolce a volte. Essi non...

0 commenti: